Home > Opera > Dipinti > Via Crucis > Ecce Homo - 12° Stazione - GESU' MUORE IN CROCE

Ecce Homo - 12° Stazione - GESU' MUORE IN CROCE

  • Tempera su tavola
  • 120x120 cm
  • 2004
  • Brescia

Serie

Via Crucis

Descrizione

GESU' MUORE IN CROCE

“Verso mezzogiorno si oscurò il sole e si fece buio su tutta la terra fino alle tre del pomeriggio. Allora Gesù gridò a gran voce: “Padre, nelle tue mani consegno la mia vita”. Detto questo spirò” (Luca, 23)

Dopo il grido angoscioso al Dio che non sente più padre, cui risponde il silenzio orrendo dell'Assenza, verso quel cielo vuoto ancora un grido: l'ultimo. E' l'ultimo gemito di amore del Figlio venuto ad obbedire e che obbedisce fino all'estremo consenso, nell'ora dell'intollerabile solitudine. A quell'Assente che lo abbandona ha il coraggio di ridare il santo nome di Padre. Quel Cuore che sembra sigillato lo trapassa con la spada della confidenza. In quelle mani che non lo aiutano affida l'ultimo fiato della sua vita. Lui che “imparò che cos'è l'obbedienza dalle cose che soffrì” insegni a noi il coraggio della fedeltà, l'ostinazione della fiducia, anche quando il Volto è celato e l'Amore è muto.

Renato Laffranchi - info@renatolaffranchi.it